February 23, 2024

Come creare una campagna performance Max?

Come creare una campagna performance Max?

Nel mondo del marketing digitale, le campagne pubblicitarie sono uno strumento essenziale per raggiungere il proprio pubblico e promuovere i prodotti o i servizi di un’azienda. Tra le diverse tipologie di campagne disponibili, una delle più potenti e innovative è la campagna Performance Max di Google Ads. In questo articolo, esploreremo in dettaglio come creare una campagna Performance Max per ottimizzare il tuo marketing online e ottenere risultati eccezionali.

Cos’è una campagna Performance Max?

Una campagna Performance Max è una tipologia di campagna pubblicitaria avanzata disponibile su Google Ads, la piattaforma pubblicitaria di Google. È progettata per massimizzare le conversioni e l’acquisizione di clienti in modo automatizzato, utilizzando l’apprendimento automatico e l’intelligenza artificiale. Questa tipologia di campagna combina diverse risorse pubblicitarie di Google, tra cui annunci di ricerca, annunci display, annunci video e annunci shopping, per raggiungere gli utenti su diverse piattaforme e dispositivi.

Le campagne Performance Max sono ideali per le aziende che desiderano semplificare la gestione delle campagne pubblicitarie e massimizzare il loro impatto online. Queste campagne sono in grado di ottimizzare automaticamente le offerte, le parole chiave e i canali pubblicitari per ottenere i migliori risultati possibili.

Passi per creare una campagna Performance Max

Creare una campagna Performance Max richiede una pianificazione attenta e la seguente procedura dettagliata:

1. Accesso a Google Ads

Per iniziare, accedi al tuo account Google Ads o crea uno se non ne hai già uno. È importante utilizzare un account che sia associato al tuo business o al tuo sito web.

2. Creazione di una Nuova Campagna

Dopo l’accesso, fai clic su “Nuova campagna” nella dashboard di Google Ads. Seleziona “Performance Max” come tipo di campagna. Sarai quindi guidato attraverso il processo di creazione della campagna.

3. Scelta dell’Obiettivo

Nel processo di creazione della campagna, dovrai selezionare l’obiettivo principale della tua campagna Performance Max. Gli obiettivi comuni includono l’acquisizione di lead, la vendita di prodotti, la promozione del marchio o l’incremento del traffico sul sito web. Scegli l’obiettivo che meglio si adatta ai tuoi obiettivi di marketing.

4. Configurazione delle Impostazioni di Base

Successivamente, dovrai configurare alcune impostazioni di base per la tua campagna. Queste includono il budget giornaliero, la data di inizio e fine della campagna, la geolocalizzazione e le lingue di destinazione. Assicurati di impostare un budget che sia in linea con i tuoi obiettivi di spesa pubblicitaria.

5. Selezione delle Risorse Pubblicitarie

Una delle caratteristiche uniche delle campagne Performance Max è la capacità di utilizzare diverse risorse pubblicitarie, come annunci di ricerca, annunci display, annunci video e annunci shopping. Dovrai selezionare le risorse che desideri utilizzare nella tua campagna e caricare gli annunci e i contenuti creativi corrispondenti.

6. Configurazione dell’Apprendimento Automatico

Google Ads utilizza l’apprendimento automatico e l’intelligenza artificiale per ottimizzare le campagne Performance Max. Durante la configurazione, dovrai consentire al sistema di apprendimento automatico di Google di ottimizzare le offerte, le parole chiave e le strategie di targeting in modo automatico. Questo è uno dei punti di forza delle campagne Performance Max, poiché il sistema impara in tempo reale e migliora le prestazioni con l’esperienza.

7. Ottimizzazione delle Offerte e del Targeting

Una volta attivata la tua campagna Performance Max, il sistema inizierà a ottimizzare le offerte e il targeting per massimizzare le conversioni. Tuttavia, è importante monitorare regolarmente le prestazioni e apportare eventuali aggiustamenti necessari. Puoi regolare il budget, escludere parole chiave non performanti e apportare altre modifiche in base ai dati e alle analisi disponibili.

8. Monitoraggio delle Prestazioni

Il monitoraggio delle prestazioni è fondamentale per il successo della tua campagna Performance Max. Utilizza gli strumenti di analisi di Google Ads per monitorare le conversioni, il costo per conversione, il tasso di clic (CTR) e altre metriche chiave. Questi dati ti forniranno informazioni preziose per l’ottimizzazione continua.

9. Test A/B e Ottimizzazione Continua

Per ottenere i migliori risultati possibili, esegui test A/B per sperimentare diverse varianti di annunci e contenuti creativi. Inoltre, continua a monitorare e ottimizzare la tua campagna in base alle prestazioni e alle tendenze di mercato.

Ecco come fare un test A/B in Google Ads.

Passo 1: Identifica cosa vuoi testare

Prima di iniziare il test A/B, devi identificare chiaramente cosa desideri testare. Puoi fare test A/B su vari elementi delle tue campagne, tra cui:

  • Annunci: Puoi testare diverse varianti di annunci, come titoli, descrizioni, URL finali, estensioni di annuncio e immagini (se stai utilizzando annunci display o video).
  • Landing Page: Puoi testare diverse varianti di pagine di destinazione per vedere quale converte meglio. Questo potrebbe includere diverse copie, layout, call-to-action o elementi grafici.
  • Parole Chiave: Puoi testare diverse parole chiave o gruppi di annunci per vedere quali generano migliori risultati.

Passo 2: Crea le Varianti

Una volta identificato cosa vuoi testare, crea le varianti da testare. Ad esempio, se stai testando gli annunci, crea due o più annunci diversi con una sola variazione specifica. Assicurati che le varianti siano significative in modo da poter trarre conclusioni valide.

Passo 3: Configura il Test A/B

Ecco come configurare il test A/B in Google Ads:

  1. Accedi al tuo account Google Ads.
  2. Vai alla campagna o al gruppo di annunci su cui desideri eseguire il test.
  3. Seleziona la campagna o il gruppo di annunci e fai clic su “Modifica” o “Modifica campagna”.
  4. Nella sezione degli annunci o delle parole chiave, fai clic su “+ Annunci” o “+ Parole chiave” per aggiungere le tue varianti.
  5. Carica le varianti che hai creato nel Passo 2.
  6. Assicurati di abilitare l’opzione di rotazione degli annunci. Per fare ciò, vai a “Impostazioni avanzate della campagna” e seleziona “Rotazione annunci” e poi “Rotazione uniforme”. Questa opzione garantirà che le varianti vengano mostrate in modo casuale agli utenti durante il test.

Passo 4: Monitoraggio e Analisi

Dopo aver configurato il test A/B, è importante monitorare attentamente le prestazioni delle varianti. Puoi farlo seguendo questi passaggi:

  1. Accedi al tuo account Google Ads.
  2. Vai alla campagna o al gruppo di annunci su cui stai eseguendo il test.
  3. Nella sezione degli annunci o delle parole chiave, troverai i dati di performance delle varianti. Questi dati includono metriche come il CTR (Click-Through Rate), il CPC (Costo per Clic), le conversioni e altro.
  4. Analizza i dati per determinare quale variante ha ottenuto risultati migliori in base ai tuoi obiettivi di marketing. Potresti scoprire che una variante ha un CTR più alto o una migliore conversione rispetto all’altra.

Passo 5: Prendi Decisioni Basate sui Dati

Una volta completato il test A/B e raccolto abbastanza dati significativi, puoi prendere decisioni informate sulla variante da utilizzare in modo permanente. Se hai testato gli annunci, puoi disattivare la variante meno performante e concentrarti su quella che ha ottenuto risultati migliori.

Passo 6: Ripeti il Test e Ottimizza

Il test A/B è un processo continuo di ottimizzazione. Dopo aver preso una decisione basata sui dati, puoi continuare a testare altre varianti per migliorare costantemente le prestazioni delle tue campagne pubblicitarie.

Ricorda che la chiave per un test A/B efficace è testare una sola variabile alla volta in modo da poter attribuire le differenze di performance a quella specifica variazione. Inoltre, assicurati di avere un campione di dati significativo prima di trarre conclusioni definitive.

10. Analisi dei Risultati

Infine, analizza i risultati della tua campagna Performance Max in base ai tuoi obiettivi di marketing. Valuta l’ROI, il costo per conversione e l’efficacia complessiva della campagna. Utilizza queste informazioni per prendere decisioni informate sulla tua strategia pubblicitaria futura.

In conclusione, una campagna Performance Max (approfondisci alla pagina https://gianpaoloantonante.it/performance-max/)  è una potente opzione per le aziende che desiderano massimizzare le conversioni e semplificare la gestione delle campagne pubblicitarie. Segui i passi sopra descritti per creare e ottimizzare con successo la tua campagna Performance Max e per ottenere risultati eccezionali nel marketing online. Con l’uso intelligente delle risorse pubblicitarie e la monitoraggio costante delle prestazioni, puoi raggiungere il tuo pubblico di destinazione in modo efficace e aumentare le conversioni per il tuo business.