[Risolto] Accesso del Servizio profilo utenti non riuscito. Impossibile caricare il profilo utente.

Può accadere che il profilo utente di default si corrompa, impedendo all’utente di fare il log-in in Windows 8 e 8.1. Il modo più semplice per risolvere il problema è correggere il profilo utente corrotto o eliminarlo del tutto. Vediamo come fare con questa guida passo-passo.

accesso servizio profilo utenti non riuscito

Un profilo utente è una raccolta di impostazioni che permettono al sistema operativo di funzionare e avere l’aspetto che noi abbiamo deciso (impostazioni dell’account, sfondi, salvaschermi, ecc…).

Profilo utente ed account utente non sono la stessa cosa. Il secondo è quello che ci permette di accedere a Windows ed è ad esso associato almeno un profilo utente.

Un lettore mi scrive:

“Accendo il PC come sempre e Windows 8 mi dà l’errore Accesso del Servizio profilo utenti non riuscito. Impossibile caricare il profilo utente. Non ho modificato niente: come mai? Che devo fare??!”

Per cancellare un profilo utente è necessario diporre dei privilegi di amministratore e per fare ciò dovremo abilitare l’account Amministratore già presente in Windows 8.1, Windows 8 o Windows RT

Abilitare l’Account Amministratore integrato

  • Accedete a Windows 8 | 8.1 con il vostro account amministratore
  • Dalla barra laterale destra (c.d. Charm bar) ricercate la parola CMD
  • Cliccate col tasto destro del mouse sul risultato Command Prompt e scegliete Esegui come amministratore

cmd prompt comandi

  • Nella nuova finestra digitate questo comando net user administrator /active:yes e date INVIO

Salviamo i dati dell’account col profilo utente corrotto

Per andare sul sicuro facciamo un back-up dei dati importanti:

backup dati utenti

  • premete il tasto WINDOWS e il tasto R (WIN + R) per aprire la finestra Esegui
  • digitate C:\Users e date INVIO
  • nella parte destra trovate e aprite la cartella dell’account utente al quale non riuscite ad accedere
  • Salvate tutte i file e cartelle presenti o anche solo i file che realmente vi interessano.

ATTENZIONE: il resto della guida richiede la modifica manuale del Registro di sistema. Se non siete utenti esperti potreste causare problemi e malfunzionamenti al sistema operativo. Si consiglia comunque a TUTTI di fare una copia di back-up del Registro di sistema in caso di problemi.

Correggere un profilo account utente corrotto

  • scollegatevi dal vostro account utente e accedete con l’account Amministratore che abbiamo sbloccato
  • premete il tasto Windows e il tasto R (WIN + R) per aprire la finestra Esegui
  • digitate REGEDIT cliccate OK  per aprire l’Editor del Registro di sistema
  • navigate verso la directory HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows NT\CurrentVersion\ProfileList
  • individuare la cartella che inizia per S-1-5 (chiave SID) seguito da un numero lungo.
  • Cliccate su una delle due cartelle e individuate (nel riquadro di destra) la voce ProfileImagePath. Con un doppio clic verificate che il nome utente corrisponda al profilo account corrotto. Fate lo stesso con l’altra cartella.
  • adesso rimoninate quella delle due cartelle che termina con .bak seguendo questi passi
  • rinominate la cartella senza .bak in .ba semplicemente cliccando col tasto destro del mouse sulla cartella e scegliendo Rinomina.
  • adesso passate alla cartella con il .bak e in maniera simile, rinominatela ed eliminate proprio il suffisso .bak. Date INVIO

E adesso?

  • fate doppio clic sulla cartella senza .bak e nel riquadro di destra fate doppio clic sulla voce RefCount, digitate 0 (è uno zero!) e cliccate su OK
  • chiudete l’editor del Registro di sistema e riavviate il PC
  • Adesso accedete al computer con l’account utente il cui profilo utente abbiamo ripristinato

“Se è presente una sola cartella S-1-5 seguita da un lungo numero che devo fare?”

  • Se  finisce con .bak, cliccate con il pulsante destro del mouse sulla cartella e scegliere Rinomina
  • Rimuovete .bak alla fine del nome della cartella e date INVIO
  • Adesso seguite gli altri punti della guida sopra descritti.

Rimuovere il profilo utente corrotto

Se la procedura sopra descritta non ha funzionato e avete SALVATO TUTTI I DATI importanti dell’utente, non resta che eliminare l’account

  • Scollegatevi dal vostro account utente e accedete con l’account Amministratore che abbiamo appena sbloccato
  • premete il tasto Windows e il tasto R (WIN + R) per aprire la finestra Esegui
  • digitate REGEDIT e cliccate OK  per aprire l’Editor del Registro di sistema
  • navigate verso la directory HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows NT\CurrentVersion\ProfileList
  • In ProfileList controllate ciascuna chiave SID (ad es. S-1-5-21-220…) sulla sinistra e controllate il nome dell’utente mostrato in ProfileImagePath
  • Trovato il nome dell’account corrotto basterà cliccare col tasto destro sulla chiave SID corrispondente e selezionare Elimina.
  • Potrebbero essere due le chiavi SID relative allo stesso profilo utente: eliminate anche la seconda.
  • Chiudete l’Editor del Registro di sistema e riavviate il computer.
  • Adesso potrete accedere con lo stesso account utente prima inaccessibile.

Problema risolto!

Creiamo un nuovo account utente

Se il metodo precedente non ha funzionato, create un nuovo utente e andate nella sua cartella, come abbiamo visto prima, e copiamo tutti i file che abbiamo salvato dal profilo utente corrotto. Una volta che avete verificato che tutti i file del vecchio utente sono stati ricopiati nel nuovo account, potrete eliminare il vecchio account.

Tutto qui!

Vi segnaliamo l’articolo dedicato alla soluzione dei problemi più comuni in Windows 8 e 8.1

Clicca “Mi Piace” nel box a destra per seguirci anche su Facebook!