Notebook ASUS S56CM – Consigli per gli acquisti #2

Il ritorno dalle vacanze natalizie e l’inizio di un nuovo anno spesso è foriero di cambiamenti piccoli e grandi o, comunque, di ottimi propositi. Per quello che ci riguarda può rappresentare sicuramente l’occasione per guardarsi un po’ intorno alla ricerca di un valido sostituto per il nostro vecchio e stanco notebook che programmavamo di sostituire già da un po’. I siti di vendite online, finito lo shopping natalizio, tornano a ridurre i prezzi dei laptop Windows 8 a livelli da occasione, quindi, perchè non approfittarne? Il notebook che oggi analizzeremo è…

l’ASUS S56CM!
Nella precedente recensione abbiamo analizzato le caratteristiche di un altro portatile della ASUS, più precisamente un “ultrabook”, lo Zenbook UX42VD – R4002P (qui il link!). Il c.d. Macbook Air del mondo Windows è un esemplare di razza fra gli ultraportatili e presenta una dotazione hardware generosa. La contropartita per tale livello qualitativo era, ovviamente, un prezzo elevato e superiore ai mille euro. Con l’ASUS S56CM torniamo coi piedi per terra e analizziamo un dispositivo di fascia media adatta sia al casual gamer sia al professionista che necessita di un computer con hardware aggiornato e con un buon rapporto prezzo/qualità. Scopriamolo!
 
L’S56 è caratterizzato da un elegante chassis in alluminio satinato di tipo “unibody” e da una cover nera opaca in policarbonato. Lo spessore, trattandosi di un ultrabook, non poteva che essere molto ridotto, solo 21 cm nonostante l’unità ottica integrata (presenza insolita negli ultraportatili). Passando al cuore dell’Asus S56CM, questo monta processori Ivy Bridge a basso voltaggio ovvero, a seconda del modello, l’Intel Core i3-3217U, l’i5 3317U o il più potente i7 3317U. La dotazione RAM è di tipo DDR3 a 1600 Mhz e può montare fino a 8gb di Ram su due banchi. E’ presente anche una scheda video “discreta” oltre alla Intel 4000 integrata nel processore, la NVIDIA GeForce GT 635M con 2GB di Ram, la quale permette di giocare con una buona fluidità anche a titoli recenti anche se non con impostazioni massime.
 
E’ dotato di un display da 15.6 pollici 16:9 alla risoluzione di 1366×768 ed è di tipo lucido. La qualità del pannello non è eccelsa e gli angoli di visione non sono ampi pur essendo sufficiente per la maggior parte degli utenti. Siamo lontani, comunque, dalla qualità del display Full HD IPS dei migliori Zenbook della stessa ASUS.
Il compromesso sul prezzo ha impedito di inserire un costoso SSD come unica soluzione di memorizzazione ma è comunque presente una soluzione “ibrida” con un SSD da 24 gb per il sistema e un hard disk tradizionale da 500 gb da 5400 rpm. La casa Taiwanese è riuscita ad inserire un buon numero di interfacce, dal lettore di schede SD, la VGA, una porta veloce USB 3.0 e due 2.0, l’HDMI, LAN Ethernet, il modulo Wifi di tipo N e il Bluetooth 4.0 (di ultima generazione).
Per completare, troviamo una webcam HD, il microfono integrato, sonoro SonicMaster (realizzato in collaborazione con BAng & Olufsen) e un ampio trackpad. Grazie alla tecnologia Super Hybrid Engine II il computer si riavvia in 2 secondi dallo stand-by.
Il prezzo per il modello “mediano”, ovvero quello che monta il core i5, è di circa 600 euro sui siti di vendite online. Come anticipato si tratta di un prezzo invitante per l’utente “casual”, per il moderato giocatore e il professionista.
Al prossimo consiglio per gli acquisti!